Trattamenti Archive

Scopri cos’è e come raddrizzare il pene curvo

Ci sono varie maniere di chiamare il pene curvo, ma il termine medico corretto per definirlo è “sindrome di Peyronie” dal nome dello scienziato che l’ha definita la prima volta. È una malattia benigna che però spesso è dolorosa e fastidiosa e ancora più spesso porta l’uomo che ne soffre a isolarsi e a soffrire di grave depressione. Questo ad oggi è un problema che può e deve essere superato visto che c’è la soluzione per tutti coloro che cercano come raddrizzare il pene curvo. Quindi se anche tu hai un problema simile, metti da parte la depressione e continua a leggere.raddrizzare il pene curvo

Perché il pene diventa curvo?

Non sono ancora chiare le ragioni per cui il pene si incurvi in un determinato periodo della vita di un uomo. Non è escluso un fattore genetico, ma nonostante ci siano dei casi di bambini che presentano questa problematica, la maggior parte degli uomini colpiti hanno intorno ai 40 anni. Generalmente questa anomalia appare in seguito ad un trauma durante un rapporto sessuale, in seguito a forti urti, masturbazioni troppo brusche, piegamenti involontari violenti, ecc…

Si produce una sorta di cicatrice cheloide nel corpo cavernoso del pene. I cheloidi sono lesioni create da troppo tessuto cicatriziale che produce una durezza fibrotica, il che provoca questa strana incurvatura al pene. Di per sé, in posizione a riposo, il pene curvato non crea dolore e non è particolarmente evidente. Durante l’erezione però l’estensione della pelle avviene solo da una parte, mentre l’altra non riesce a distendersi. Quindi il pene rimane piegato e il dolore può essere anche molto fastidioso.

Una semplice visita medica, con un eventuale successiva ecografia, può essere sufficiente per rilevare le placche dure della pelle che impediscono l’erezione normale. Da lì inizierà la fase più “facile”: scoprire come raddrizzare il pene curvo.

Come raddrizzare il pene curvo – curare la sindrome di Peyronie

Ci sono casi estremi in cui gli uomini non riescono ad avere una vita normale per il dolore durante l’erezione e l’impossibilità di avere normali rapporti sessuali. Quindi scoprire come raddrizzare il pene curvo li porterà probabilmente solo dal chirurgo plastico, che con un intervento può trovare rimedio in breve tempo.

A chi ha la possibilità però di aspettare è consigliato evitare questa soluzione comunque invasiva e scegliere i metodi naturali per recuperare la giusta elasticità e mandar via le placche indurite della pelle.

Il miglior modo per risolvere questo fastidioso problema è tramite i massaggi, la vitamina E e molta pazienza, visto che ci vorrà un po’ di tempo. La buona notizia è che i massaggi per raddrizzare il pene sono gli stessi utilizzati per allungarlo, quindi… due piccioni con una fava!

Come raddrizzare il pene curvo con gli esercizi: prima di iniziare

Prima di iniziare con gli esercizi, è bene fare qualche precisazione. Se mentre li fai senti più dolore del normale, smetti di farli per qualche giorno e poi iniziali di nuovo. Devi capire che stai facendo questo tipo di movimento perché la pelle ha delle placche cicatriziali, quindi potrebbero verificarsi gonfiori, fastidi, ecc… Tutto rientra nella norma, visto che il massaggio deve essere anche un po’ energico. Sopporta un po’, ma se il dolore è troppo forte, fermati e aspetta qualche giorno.

Considera di fare una buona scorta di olio di Argan, visto che ha un buon apporto di vitamina E, o anche olio di mandorle. Assicurati che siano prodotti puri o comunque di origine controllata, perché sul mercato si trovano anche molti finti prodotti con piccole quantità di composto utile al tuo scopo.

Una volta scoperto come raddrizzare il pene curvo, potresti farti prendere dalla bramosia per vedere i risultati. Cerca di avere pazienza e fai gli esercizi un giorno si e uno no, mantenendo costanza. I risultati arriveranno con il tempo, quindi armati di pazienza e mantieni il più possibile un atteggiamento positivo.

Crema dell’ingrandimento del pene: quale è veramente efficace?

Tra le tante recensioni che si leggono, recentemente ne circolano alcune su metodi e tecniche per aumentare la dimensione del membro maschile. Ultimamente mi sono informato particolarmente su una crema dell’ingrandimento del pene, a base ormonale (testosterone e DHT).

Tendenzialmente quando si leggono queste cose si possono avere due reazioni: da un parte si viene colti dall’impulsività e si vorrebbe correre a comprare anche solo per curiosità, dall’altra parte invece viene da ridere, non credendo ai risultati che le varie pubblicità dicono di dare.Crema dell’ingrandimento del pene

Cosa contiene e come funziona una crema dell’ingrandimento del pene?

La prima cosa che si nota, quando si cerca una crema dell’ingrandimento del pene, è di qualsiasi marca siano quasi nessuna richiede una prescrizione medica. E questo dovrebbe voler dire due cose, 1) è naturale 2) non ha particolari controindicazioni. A dire il vero nessuna delle due affermazioni è confermabile. Si perché non è detto che un prodotto solo perché non richiede ricetta sia naturale. E non è nemmeno detto che non ci siano controindicazioni, visto che anche le cose naturali possono dare allergie o irritazioni.

A grandi linee le creme che ho analizzato sono comunque tutte molto simili e contengono DHT e testosterone. Durante la pubertà è proprio grazie a questi due ormoni che il tuo pene è cresciuto. Applicando sul pene una crema che li contiene i ricettori di detta zona ricevono gli ormoni direttamente e questo influisce sulla crescita del membro.

Vediamo i risultati che sono però piuttosto confusi. Ci sono uomini che hanno confermato che la crema dell’ingrandimento del pene è efficace e che hanno ottenuto la crescita sperata. Quasi tutti però combinano la crema con gli esercizi. La maggior parte degli uomini però non ha avuto miglioramenti né crescita evidente.

L’unico studio scientifico effettucomprar crema dell'ingrandimento del peneato con una crema dell’ingrandimento del pene è stato realizzato con uomini con membri sotto la media, che ebbero effettivamente una buona crescita. Ho letto di recente un paragone interessante: Lionel Messi si è sottoposto a una terapia per crescere in altezza per riuscire a guadagnare qualche centimetro. Questo però non vuol dire che chiunque si sottopone allo stesso intervento, può avere lo stesso risultato. Questo perché se non si sono avuti problemi di crescita di tipo ormonale, probabilmente la crescita potenziale sarà inferiore a quella di Messi.

È probabilmente un discorso di genetica, oltre a una certa grandezza, il pene non può arrivare, esattamente come l’altezza. La soluzione definitiva è probabilmente la chirurgia, ma è il caso di compromettere le proprie funzioni per qualche centimetro in più?

Gli effetti collaterali delle creme

Queste creme non sono tutte uguali. La maggior parte contengono come detto ormoni che vengono assorbiti dalla pelle per poi finire nella circolazione sanguigna. È un modo artificiale per alterare gli ormoni che potrebbe portare a una riduzione della produzione naturale del corpo con i conseguenti effetti collaterali anche seri (la riduzione testicolare, per esempio, ma anche la calvizia e i problemi alla prostata). Ci possono essere anche eruzioni cutanee, irritazioni, bruciori, ecc…

Quindi quanto vale la pena rischiare senza prima conoscere il prodotto da usare sul proprio pene? Io non rischierei mai di andare a tentativi, ma cercherei una soluzione meno pericolosa.

La migliore crema dell’ingrandimento del pene

La migliore cosa che sono riuscito a scoprire è una crema dell’ingrandimento del pene che non contiene ormoni, ma che stimola la loro produzione naturale. In questo modo oltre ad avere un incremento di dimensioni, si migliorano le prestazioni e anche la durata delle erezioni. Tra i tanti nomi in circolazione il più famoso sul mercato attualmente è il Titan gel. Un prodotto naturale al 100% che non ha effetti collaterali e che viene consigliato in diversi gruppi e social network.

Come ingrandire il pene velocemente e in maniera efficace

Non sono solo i ragazzi ad avere la fissazione di un membro grande. Gli uomini di tutte le età cercando prima o poi vogliono sapere come ingrandire il pene in un modo o in un altro. Le ragioni possono essere molteplici. Esistono uomini che hanno davvero un problema di dimensioni, e per questo soffrono di una vita sessuale poco soddisfacente. Altri uomini invece hanno un pene nella norma, ma non si sentono comunque soddisfatti e vorrebbero vederlo crescere di un paio di centimetri in più.

Tutti abbiamo sentito dire che le dimensioni non contano, ma diciamo la verità, se ci si sente insoddisfatti del proprio pene, per forza di cosa un rapporto non sarà soddisfacente e questo avrà un impatto negativo nella coppia. Come ingrandire il pene

Chi cerca come ingrandire il pene trova varie soluzioni…

La verità è che molti uomini che cercano metodi per ingrandire il loro membro, sono disposti a provare le svariate differenti soluzioni, che si trovano sia online (quindi casalinghe) che per vie chirurgiche. E non sono solo uomini “normali” che non hanno grandi disponibilità economiche, ma anche persone benestanti che vogliono scoprire una volta per tutte come ingrandire il pene senza dare troppo nell’occhio.

Gli uomini non sono gli unici che vogliono ricorrere a stratagemmi di ingrandimenti. Che dire infatti delle donne che vogliono aumentare le taglie del seno? Nemmeno un uomo dovrebbe essere giudicato per volersi migliorare. L’unica raccomandazione, è di farlo con la testa, perché i rischi ci sono e non sono pochi…

I rischi in cui si può cadere

Alla fine quindi, non è così difficile scoprire come ingrandire il pene. Il fatto è che si rischiano diversi problemi, una volta trovati i rimedi al nostro problema!

Ecco cosa può succedere se non si fa attenzione nella scelta del metodo giusto per ingrandire il membro si:

  • perdono soldi
  • irrita la pelle della zona
  • perde la sensibilità al pene
  • compromettono le funzionalità del pene
  • subiscono umiliazioni

Quindi c’è o non c’è una soluzione per chi vuole aumentare la dimensione del proprio pene? Sì, ne esistono diverse, solo che tutte hanno pro e contro.

L’operazione chirurgica è quella che più sicuramente da risultati in termini di centimetri, ma è anche quella che può portare a danni vascolari o problemi nelle funzioni del pene.

I vari prodotti che si acquistano su internet invece possono essere validi come anche essere delle truffe (come anticipato).

Arriviamo al dunque. La soluzione più conveniente per chi cerca come ingrandire il pene è… te lo diciamo nel prossimo paragrafo!

La soluzione definitiva per chi vuole sapere come ingrandire il penecome ingredire il pene naturalemente

A dire il vero non è una soluzione unica, ossia è una soluzione data da una serie di metodi validi per allungare il pene. La prima cosa da fare è scegliere una crema naturale che non contenga ormoni in forma chimica, ma che aiuti la produzione naturale degli stessi. Ultimamente si parla spesso di Titan Gel e molti uomini la consigliano perché efficace anche nel migliorare le prestazioni sessuali maschili.

Una volta trovata la giusta crema, sarà necessario applicarla con alcuni massaggi e fare degli esercizi appositi. In questo modo si ottiene il doppio dell’efficacia e diventa anche un momento piacevole per prendersi cura di se stessi.

L’ultima parte utile a chi cerca come ingrandire il pene riguarda l’alimentazione. Mangiare in maniera sana è utile a migliorare il funzionamento del proprio organismo in tutti i sensi. Inoltre alcuni alimenti aiutano ad alleviare lo stress oltre a migliorare la circolazione sanguigna (come per esempio il cioccolato fondente) e con questa migliora anche l’elasticità e l’erezione del pene.

Dimensione e allungamento pene – la chirurgia è l’unica soluzione?

Tutti gli uomini prima o poi sperimentano un’insoddisfazione per la dimensione del proprio membro e pensano all’allungamento del pene. Spesso rimangono idee che non hanno motivi veri per cercare una soluzione. Ci sono invece uomini che arrivano a sentirsi profondamente in ansia per questo fatto, ne vengono travolti e ossessionati e devono trovare una soluzione in tutti i modi.

Non riescono più ad avere rapporti tranquilli, smettono di fare sport per evitare di fare la doccia con altre persone ed evitano tutte le situazioni in cui possono trovarsi davanti ai membri di altri uomini per non sentirsi inferiori.Allungamento pene

In questi casi oltre ad eventuali rimedi naturali, può essere necessario un allungamento pene chirurgico, ma è bene sempre seguire prima una consulenza psicologica di supporto, visto che la situazione crea vera e propria ansia.

I problemi della sovrastima delle dimensioni

È facile cadere in errore quando si parla di dimensioni del pene. Si perché gli uomini sono divisi in due gruppi. Da una parte ci sono quelli che hanno il membro piccolo a riposo, ma così elastico da allungarsi molto durante l’erezione. Dall’altra parte ci sono gli uomini che hanno una buona dimensione a riposo, quindi sembra che da eretti possano arrivare a una grandezza enorme, ma che invece sono meno elastici e diventano solo più duri e non più grandi. Questo fa parte della normalità, ma chi si vede “inferiore” nella fase a riposo può pensare di essere inferiore in tutti i sensi.

L’allungamento pene viene anche preso spesso in considerazione per i numeri che circolano fra gli uomini. Nonostante infatti si dica che la normalità di un pene sia tra i 15 e i 20 cm, da studi recenti sembra che la media sia più facilmente al di sotto dei 14 cm da eretto. Sono pochi gli uomini che chiedono al medico informazioni a questo proposito, altrimenti scoprirebbero che è una cosa comune.

Allungamento pene, quando è necessario un intervento?allungamento del pene

Non esiste una vera e propria misura sotto la quale sia giusto pensare all’allungamento pene chirurgico. Nonostante questo, le operazioni chirurgiche sono di solito consigliate a chi ha una lunghezza del pene inferiore ai 4 cm a riposo e 7 cm in erezione.

Ci sono però anche tutti i casi in cui un uomo non è soddisfatto in nessun caso del proprio membro e quindi benché sia nella media, pensa ad un intervento di allungamento pene. Prima di arrivare ad operarsi però, esistono altri rimedi meno invasivi che possono dare dei buoni risultati.

Trattamenti non chirurgici di allungamento pene

Praticamente da sempre l’uomo ha cercato soluzioni per l’allungamento del proprio membro. Proprio per questo le soluzioni e i rimedi di vario genere sono molteplici. Tra le tante opzioni  disponibili bisogna però riuscire a distinguere le truffe dai veri metodi efficaci, perché ci sono tante persone senza scrupoli che lucrano su un illusione così tanto ricercata dall’uomo. Inoltre, chi si rivolge a personaggi sospetti rimanendo truffato, molto spesso per vergogna non denuncia nemmeno il torto subito e questi soggetti continuano a lucrare e illudere migliaia di persone nel mondo.

Tra i rimedi non chirurgici più comuni ci sono i seguenti:

  • Lo stiramento del pene per trazione
  • I dispositivi elettrici o magnetici che stimolano la crescita del membro
  • Le terapie ormonali a base di testosterone
  • Le tisane e gli integratori a base di erbe

Per riuscire a capire quale può essere davvero efficace la migliore cosa da fare è leggere e studiare le varie tecniche e soprattutto le esperienze online che si trovano al riguardo. Questo servirà anche ad evitare fregature che, nella maggior parte dei casi, possono essere pubblicate in maniera anonima, ma almeno sono presenti.

Su una cosa si può essere certi: rimedi di allungamento pene miracolosi o istantanei non chirurgici non esistono, quindi non cercarli è il giusto modo di prevenire fregature e illusioni.